Sfruttamento delle energie alternative
 

Open fiber ed Enel

Valerio Della Piana 8 Ago 2017 00:48
Non mi e' chiaro come Open Fiber colleghera' i suoi POP ogni 60mila
abitazioni.
Onde convogliate?

Come potrebbe convenire all'Enel arrivare nelle aree a fallimento di mercato
se non usando i suoi cavi?
Sbaglio qualcosa?

Oppure usa le c*****ine sotterranee gia' presenti per infilare la fibra senza
scavare?
E nelle aree in cui le linee sono aeree?

E comunque, perche' in citta' Open fiber sta facendo dei tagli per strada in
cui stanno posando dei fasci di fibre che arrivano fino all'androne dei
palazzi?
In questo punto siamo prima o dopo questo POP?

Sempre nel mio quartiere (grande citta' gia' servita da fibra presumo FTTC),
esattamente un mese fa hanno iniziato a fissare alle pareti dei palazzi
degli scatolotti TIM in fibra che proseguono (sempre in fibra, sicuro) negli
armadi presenti negli androni dei palazzi.

A che pro?
Perche' TIM e Open Fiber stanno facendo la stessa infrastruttura?
Concorrenza?

E se Enel si interfaccia coi suoi cavi in onde conviogliate (presumo) da
dove si interconnette TIM?
Roberto Deboni DMIsr 8 Ago 2017 04:33
On 08/08/17 00:48, Valerio Della Piana wrote:
> Non mi e' chiaro come Open Fiber colleghera' i suoi POP ogni 60mila
> abitazioni.
> Onde convogliate?

PowerLine ?
Capacita' insufficiente.

> Come potrebbe convenire all'Enel arrivare nelle aree a fallimento
> di mercato se non usando i suoi cavi?
> Sbaglio qualcosa?

Si. Il vero capitale di ENEL e' il suo enorme insieme
di servitu' di passaggio.

> Oppure usa le c*****ine sotterranee gia' presenti per infilare
> la fibra senza scavare?

Sicuramente.

> E nelle aree in cui le linee sono aeree?

Cavi aerei. What else ?!

> E comunque, perche' in citta' Open fiber sta facendo dei tagli
> per strada in cui stanno posando dei fasci di fibre che
> arrivano fino all'androne dei palazzi?

Perche' semplicemente i cavi elettrici in quei tratti non
sono in c*****e, ma interrati.

> In questo punto siamo prima o dopo questo POP?

"questo" POP ? Quale POP ?

> Sempre nel mio quartiere (grande citta' gia' servita da
> fibra presumo FTTC), esattamente un mese fa hanno iniziato
> a fissare alle pareti dei palazzi degli scatolotti
> TIM in fibra che proseguono (sempre in fibra, sicuro) negli
> armadi presenti negli androni dei palazzi.
>
> A che pro?

Va sotto il nome di "copmetizione".

> Perche' TIM e Open Fiber stanno facendo la stessa
> infrastruttura?

Perche' Tiscali e Wind nel tempo stanno costruendo la
stessa infrastruttura di Telecomitalia ?

> Concorrenza?

What else ?
Se fa la domanda, dovrebbe almeno raccontarci quale
dubbio l'assila rispetto alla risposta cosi' ovvia,
che se l'e' data da solo.

> E se Enel si interfaccia coi suoi cavi in onde
> conviogliate (presumo)

Presume male.

> da dove si interconnette TIM?

Con le sue dorsali nazionali ed internazionali.

Ci sono due operatori storici che hanno una vasta
rete di dorsali in fibra ottica:
- FFS
- Autostrade

provi ad intuire perche'.
Drizzt do'Urden 8 Ago 2017 09:38
Il 08/08/2017 04:33, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

>
>> Perche' TIM e Open Fiber stanno facendo la stessa
>> infrastruttura?
>
> Perche' Tiscali e Wind nel tempo stanno costruendo la
> stessa infrastruttura di Telecomitalia ?
>
>> Concorrenza?
>
> What else ?
> Se fa la domanda, dovrebbe almeno raccontarci quale
> dubbio l'assila rispetto alla risposta cosi' ovvia,
> che se l'e' data da solo.
>

inutile spreco di risorse e di lavoro tanto ogni abitazione avrà una
sola fibra, non sarebbe più semplice a naturale usare le stesse
infrastrutture ma cambiare solo operatore?
Meno lavori di muratura, meno ammennicoli in giro per i palazzi, meno
sbattimenti.
Questa storia della falsa concorrenza ha stufato.

ps: piacere di rileggerti :-)


--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com
Valerio Della Piana 8 Ago 2017 14:07
"Drizzt do'Urden" <togli_agibru@togli.racine.ra.it> ha scritto nel messaggio
news:ombppe$14rv$1@gioia.aioe.org...

>>> Concorrenza?
>>
>> What else ?
>> Se fa la domanda, dovrebbe almeno raccontarci quale
>> dubbio l'assila rispetto alla risposta cosi' ovvia,
>> che se l'e' data da solo.

Quindi nel mio palazzo mi arrivera' la fibra di Enel, quella di TIM, quella
di Telecom, quella di Wind, quella di Vodafone.
Esattamente con gli operatori telefonici di qualche anno fa.

Avevamo un doppino per Telecom, uno per Teletu, uno per Infostarda, uno per
Tiscali...

Ho capito tutto.
Era meglio quando non impestavi Usenet coi tuoi pipponi ma si provvedera' di
nuovo, tranquillo.
Mario 8 Ago 2017 14:17
Il 08/08/2017 14:07, Valerio Della Piana ha scritto:
> "Drizzt do'Urden" <togli_agibru@togli.racine.ra.it> ha scritto nel messaggio
> news:ombppe$14rv$1@gioia.aioe.org...
>
>>>> Concorrenza?
>>>
>>> What else ?
>>> Se fa la domanda, dovrebbe almeno raccontarci quale
>>> dubbio l'assila rispetto alla risposta cosi' ovvia,
>>> che se l'e' data da solo.
>
> Quindi nel mio palazzo mi arrivera' la fibra di Enel, quella di TIM, quella
> di Telecom, quella di Wind, quella di Vodafone.
> Esattamente con gli operatori telefonici di qualche anno fa.

Non cè da meravigliarsi, può succedere come con i telefonini, ponti
dappertutto, di ogni sorta di ditta, tanto le onde elettromagnetiche
hanno detto che non fanno nulla, a loro.
Inutile spreco di materiali e di costi da ripagare, unico vantaggio un
pò di lavoro in più per qualcuno, magari si mettessero d'accordo per
fare uno scavo solo, altrimenti succede come a Firenze, dove hanno
"morso" il tubo del gas, un pochino più pericoloso della fibra.

> Avevamo un doppino per Telecom, uno per Teletu, uno per Infostarda, uno per
> Tiscali...


Mario
Roberto Deboni DMIsr 9 Ago 2017 05:58
On 08/08/17 09:38, Drizzt do'Urden wrote:
> Il 08/08/2017 04:33, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
>
>>
>>> Perche' TIM e Open Fiber stanno facendo la stessa
>>> infrastruttura?
>>
>> Perche' Tiscali e Wind nel tempo stanno costruendo la
>> stessa infrastruttura di Telecomitalia ?
>>
>>> Concorrenza?
>>
>> What else ?
>> Se fa la domanda, dovrebbe almeno raccontarci quale
>> dubbio l'assila rispetto alla risposta cosi' ovvia,
>> che se l'e' data da solo.
>>
>
> inutile spreco di risorse e di lavoro tanto ogni abitazione
> avrà una sola fibra, non sarebbe più semplice e naturale
> usare le stesse infrastrutture ma cambiare solo operatore?

La connettivita' cambia da operatore ad operatore.
Gia' il doppino (o meglio la sua posa) non era uguale,
figurarsi la fibra ottica, che poi significa
l'elettronica che c'e' in testa ad ogni estremita'.

> Meno lavori di muratura, meno ammennicoli in giro per i
> palazzi, meno sbattimenti.

Da parte di chi ?

> Questa storia della falsa concorrenza ha stufato.

Io (o meglio la mia azienda) era collegata fin dall'inizio
e mi ricordavo ancora oggi la tanta bile mandata giu' per
la boria dei funzionari SIP/Telecomitalia.
Pensi che volevano rifilarci il servizio Itapac ad un
costo a consumo che Mannesmann/Infostrada ci dette allo
stesso costo anno per un consumo illimitato.
Pensi che allora si pagava sia il collegamento (alla SIP)
che l'abbonamento per avere il diritto di allacciarci
al POP internet. Abbiamo dovuto aspettare Tiscali per avere
il tutto compreso (poi ADSL) e quindi niente piu' patemi
per la durata della connessione.

No, mi dispiace, ma a me la concorrenza e' stata
evidente, ha funzionato, con mia grande soddisfazione.

Se non era per la concorrenza, saremo ancora con un misto
di modem e fibra (progetto S.O.C.R.A.T.E. ...). E dovremo
pagare ad ogni connessione per la durata della
connessione. Non si e' mai visto che le Telekom (in tutto
il mondo, abbiano ridotto le tariffe e migliorato
l'offerta, se non quando erano in competizione; ed in
alcuni casi, vedi SIP, neanche in quel caso).

> ps: piacere di rileggerti :-)
Valerio Della Piana 9 Ago 2017 11:17
"Roberto Deboni DMIsr" <news@*****isienergie.it> ha scritto nel messaggio
news:D4WdnYbK4ciTFRfEnZ2dnUU78cHNnZ2d@giganews.com...

> Se non era per la concorrenza, saremo ancora con un misto
> di modem e fibra (progetto S.O.C.R.A.T.E. ...). E dovremo
> pagare ad ogni connessione per la durata della
> connessione.


Hai ragione: mi ricordo quando in azienda Tesla ci mostro' i benefici della
corrente alternata.
Se Tesla non avesse mostrato le sue invenzioni, qualche anno fa, oggi
staremmo alimentando ancora le lavatrici con le batterie al piombo.

Ps: ma ti rendi conto delle minchiate che dici?
Roberto Deboni DMIsr 9 Ago 2017 12:31
On 09/08/17 11:17, Valerio Della Piana wrote:
> "Roberto Deboni DMIsr" <news@*****isienergie.it> ha scritto nel messaggio
> news:D4WdnYbK4ciTFRfEnZ2dnUU78cHNnZ2d@giganews.com...
>
>> Se non era per la concorrenza, saremo ancora con un misto
>> di modem e fibra (progetto S.O.C.R.A.T.E. ...). E dovremo
>> pagare ad ogni connessione per la durata della
>> connessione.
>
>
> Hai ragione: mi ricordo quando in azienda Tesla ci mostro' i benefici della
> corrente alternata.
> Se Tesla non avesse mostrato le sue invenzioni, qualche anno fa, oggi
> staremmo alimentando ancora le lavatrici con le batterie al piombo.
>
> Ps: ma ti rendi conto delle minchiate che dici?

Di che generazione e' lei ? Mi indichi grosso modo la classe
('60, '70, etc.) non mi serve l'anno preciso.

Cosi' so da dove partire per informarla di cio' che a quanto
pare lei non sa.
Valerio Della Piana 9 Ago 2017 14:39
"Roberto Deboni DMIsr" <news@*****isienergie.it> ha scritto nel messaggio
news:Ts2dnRzuX6eweRfEnZ2dnUU78WmdnZ2d@giganews.com...

> Di che generazione e' lei ? Mi indichi grosso modo la classe
> ('60, '70, etc.) non mi serve l'anno preciso.

Sono del 1861, ho fatto il liceo 2 anni dopo di te.
E so che la corrente continua e' meglio dell'alternata, e che Tiscali prima
o poi fallira' e si tornera' a chiamare il numero urbano del POP della
Telecom che viaggia su un doppino diverso da quello di Infostrada.

Prima, pero', dobbiamo vedere la SIP col suo Videotel e' d'accordo.
Mario 9 Ago 2017 14:49
Il 09/08/2017 14:39, Valerio Della Piana ha scritto:
> "Roberto Deboni DMIsr" <news@*****isienergie.it> ha scritto nel messaggio
> news:Ts2dnRzuX6eweRfEnZ2dnUU78WmdnZ2d@giganews.com...
>
>> Di che generazione e' lei ? Mi indichi grosso modo la classe
>> ('60, '70, etc.) non mi serve l'anno preciso.
>
> Sono del 1861, ho fatto il liceo 2 anni dopo di te.
> E so che la corrente continua e' meglio dell'alternata, e che Tiscali prima
> o poi fallira' e si tornera' a chiamare il numero urbano del POP della
> Telecom che viaggia su un doppino diverso da quello di Infostrada.
>
> Prima, pero', dobbiamo vedere la SIP col suo Videotel e' d'accordo.
>

La corrente continua sono tornati ad utilizzarla, prima nelle linee
sottomarine, 500Kv 2000 A, ovvero 1000Mw, ma pensano anche per il
trasporto terrestre, sempre con enormi inverter ai terminali della
linea, interfaccia con il trifase 380 Kv, oltre una certa lunghezza
conviene, meno perdite e non cè necessità di rifasamento.
Poi più giù alternata, i trasformatori permettono qualunque variazione
di tensione, e si rompono molto di rado.
Valerio Della Piana 9 Ago 2017 15:11
"Mario" <marios@babbo.it> ha scritto nel messaggio
news:omf0c0$29kv$1@adenine.netfront.net...

> La corrente continua sono tornati ad utilizzarla

Quindi c'e' speranza anche per il videotel della sip di deboni?
Non vedo l'ora di chattare con gli amici.
Mario 10 Ago 2017 16:08
Il 09/08/2017 15:11, Valerio Della Piana ha scritto:
> "Mario" <marios@babbo.it> ha scritto nel messaggio
> news:omf0c0$29kv$1@adenine.netfront.net...
>
>> La corrente continua sono tornati ad utilizzarla
>
> Quindi c'e' speranza anche per il videotel della sip di deboni?
> Non vedo l'ora di chattare con gli amici.
>
>
Non sono barzellette, impianti del genere ci sono da anni, forse il
primo è vicino a casa mia, collega Italia Corsica e Sardegna, con linea
sottomarina, solo un cavo, l'altro è il mare, e aerea con 2, a 200Kvcc,
è in funzione da moltissimi anni senza grossi problemi, inverter
bidirezionalik, li ho visti da vicino facevano paura, chissà come sono
quelli a 1100Kv cc.
Ci lavorava un mio amico, poi dirigente di Terna, come anche al sistema
sperimentale da 1000Kv trifase, sempre nello stesso sito, perfettamente
funzionante, e poi abbandonato in favore della corrente continua, che
per lunghe distanze pare sia conveniente, basta andare sul sito Abb e lo
spiegano.
Fabio Reghellin 11 Ago 2017 10:38
Mario <marios@babbo.it> ha scritto in it.discussioni.energie-alternative:


>Non sono barzellette, impianti del genere ci sono da anni, forse il
>primo è vicino a casa mia, collega Italia Corsica e Sardegna, con linea
>sottomarina, solo un cavo, l'altro è il mare, e aerea con 2, a 200Kvcc,
Qui parlano di 500kV
http://www.sapei.it ******* ITA/il_cavo/numeri_SAPEI.aspx

Qui qualche foto
https://it.wikipedia.org/wiki/SAPEI

Qui è spiegato un po' il discorso dell'utilizzo (ora solo in casi
particolari) del mare come conduttore tramite cavi lunghi alcuni km:
http://www.sapei.it ******* ITA/il_cavo/Eccellenza_Tecnologica/abb.aspx
Il collegamento può operare in configurazione monopolare con ritorno via
mare tramite gli elettrodi marini: Fiume Santo collegata all’anodo di Punta
Tramontana con un cavo in parte terrestre (1 km) e in parte marino (32 km);
Latina collegata al catodo con due cavi in parte terrestri (2 x 14 km) e in
parte marini (2 x 15 km). Le due stazioni sono collegate con due cavi di
polo della lunghezza di 420 km ciascuno. Con l’entrata in servizio del
secondo polo nel 2010, il collegamento assume la confi gurazione defi nitiva
in assetto bipolare, vale a dire senza ritorno della corrente via mare: in
caso di guasto o manutenzione di un polo si può tornare alla confi gurazione
monopolare con ritorno marino o metallico (utilizzando in questo caso come
conduttore di ritorno il cavo del polo fuori servizio).
--
Fabio Reghellin
promotorefinanziario@libero.it
Mario 11 Ago 2017 13:43
Il 11/08/2017 10:38, Fabio Reghellin ha scritto:
> Mario <marios@babbo.it> ha scritto in it.discussioni.energie-alternative:
>
>
>> Non sono barzellette, impianti del genere ci sono da anni, forse il
>> primo è vicino a casa mia, collega Italia Corsica e Sardegna, con linea
>> sottomarina, solo un cavo, l'altro è il mare, e aerea con 2, a 200Kvcc,
> Qui parlano di 500kV
> http://www.sapei.it ******* ITA/il_cavo/numeri_SAPEI.aspx
>
> Qui qualche foto
> https://it.wikipedia.org/wiki/SAPEI
>
> Qui è spiegato un po' il discorso dell'utilizzo (ora solo in casi
> particolari) del mare come conduttore tramite cavi lunghi alcuni km:
> http://www.sapei.it ******* ITA/il_cavo/Eccellenza_Tecnologica/abb.aspx
> Il collegamento può operare in configurazione monopolare con ritorno via
> mare tramite gli elettrodi marini: Fiume Santo collegata all’anodo di Punta
> Tramontana con un cavo in parte terrestre (1 km) e in parte marino (32 km);
> Latina collegata al catodo con due cavi in parte terrestri (2 x 14 km) e in
> parte marini (2 x 15 km). Le due stazioni sono collegate con due cavi di
> polo della lunghezza di 420 km ciascuno. Con l’entrata in servizio del
> secondo polo nel 2010, il collegamento assume la confi gurazione defi nitiva
> in assetto bipolare, vale a dire senza ritorno della corrente via mare: in
> caso di guasto o manutenzione di un polo si può tornare alla confi gurazione
> monopolare con ritorno marino o metallico (utilizzando in questo caso come
> conduttore di ritorno il cavo del polo fuori servizio).
>
Io parlavo del SACOI che vuol dire Sardegna Corsica Italia, il sistema
di conversione è dentro la stazione ex Enel, ora Terna, di Suvereto,
dove parte la linea aerea in CC da 200Kv, poi entra in mare nella zona a
sud di San Vincenzo, è stato il primo al mondo.
http://digilander.libero.it/zagi69/html/piombino1989.htm
Tutta roba costruita decine di anni fà come da link precedente, ci
lavorava un mio amico e collega, ha continuato poi con le linee che dice
lei a 500 kv, sempre per questo è andato spesso in Svezia da Abb,
seguiva anche il vecchio progetto da 1000 kv trifase, situato nello
stesso sito, funzionante ma abbandonato, per motivi sconosciuti.
Il tratto sottomarino è quello dove anni fà mori un subacqueo, che
andava a controllare il cavo, mangiato da uno squalo bianco, come visto
dalla barca di appoggio, sulla quale era anche il figlio, vennero fuori
grosse polemiche,.
Link:
http://digilander.libero.it/zagi69/html/piombino1989.htm

Una volta si facevano anche cose all'avanguardia, in quel periodo
costruirono in tempi record l'autostrada del sole, ora facciamo ridere i
polli.
Roberto Deboni DMIsr 12 Ago 2017 15:54
On 11/08/17 13:43, Mario wrote:

...snip...

> Una volta si facevano anche cose all'avanguardia, in quel periodo
> costruirono in tempi record l'autostrada del sole, ora facciamo
> ridere i polli.

Visto che i tecnici di oggi sono come quelli di allora (anzi
emigrano), dove sta il problema ?
Mario 12 Ago 2017 17:19
Il 12/08/2017 15:54, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
> On 11/08/17 13:43, Mario wrote:
>
> ...snip...
>
>> Una volta si facevano anche cose all'avanguardia, in quel periodo
>> costruirono in tempi record l'autostrada del sole, ora facciamo
>> ridere i polli.
>
> Visto che i tecnici di oggi sono come quelli di allora (anzi
> emigrano), dove sta il problema ?
>
Sarà la politica.
I tecnici con le ultime riforme, proprio uguali non sono, a detta di
quelli di prima.
Roberto Deboni DMIsr 13 Ago 2017 10:23
On 12/08/17 17:19, Mario wrote:
> Il 12/08/2017 15:54, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
>> On 11/08/17 13:43, Mario wrote:
>>
>> ...snip...
>>
>>> Una volta si facevano anche cose all'avanguardia, in quel periodo
>>> costruirono in tempi record l'autostrada del sole, ora facciamo
>>> ridere i polli.
>>
>> Visto che i tecnici di oggi sono come quelli di allora (anzi
>> emigrano), dove sta il problema ?
>>
> Sarà la politica.

Esatto.

E chi elegge quella classe politica ?

> I tecnici con le ultime riforme, proprio uguali non sono, a detta di
> quelli di prima.

?
Drizzt do'Urden 13 Ago 2017 14:32
Il 13/08/2017 10:23, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

>
> Esatto.
>
> E chi elegge quella classe politica ?
>


il quasi 50% dei cittadini che non vanno a votare visto che invece i
polli che votano sempre gli stessi ladroni ci vanno. :-)



--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com
Drizzt do'Urden 13 Ago 2017 14:34
Il 13/08/2017 14:32, Drizzt do'Urden ha scritto:
> Il 13/08/2017 10:23, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
>
>>
>> Esatto.
>>
>> E chi elegge quella classe politica ?
>>
>
>
> il quasi 50% dei cittadini che non vanno a votare visto che invece i
> polli che votano sempre gli stessi ladroni ci vanno. :-)
>
>
>

aggiungo anche che ultimamente i politici vanno al governo senza essere
stati eletti, se dichiarassero prima delle votazioni chi andrebbe e cosa
farebbe, forse qualcuno in più andrebbe a votare e manderebbe a casa
certi ladroni.


--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com
Soviet_Mario 13 Ago 2017 15:13
On 13/08/2017 10.23, Roberto Deboni DMIsr wrote:
> On 12/08/17 17:19, Mario wrote:
>> Il 12/08/2017 15:54, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
>>> On 11/08/17 13:43, Mario wrote:
>>>
>>> ...snip...
>>>
>>>> Una volta si facevano anche cose all'avanguardia, in
>>>> quel periodo
>>>> costruirono in tempi record l'autostrada del sole, ora
>>>> facciamo
>>>> ridere i polli.
>>>
>>> Visto che i tecnici di oggi sono come quelli di allora (anzi
>>> emigrano), dove sta il problema ?
>>>
>> Sarà la politica.
>
> Esatto.
>
> E chi elegge quella classe politica ?

praticamente quattro gatti ormai.
E inoltre, si tratta di scelta da menu fisso preformulato.
Hanno ******* la massa che non si rende più conto di essere
fottuta.
Alla prox campagna elettorale furoreggerà a reti unificate
la feroce e farlocca rivalità Renzusconi Old vs Renzusconi
Young. E chiunque dei due vinca, sarà irrilevante.
O meglio, vincerà come da molto il Partito dell'Astensione,
maggioranza relativa robusta, ed anche quello sarà
irrilevante. Servirebbe un parlamento a fisarmonica
commisurato ai voti REALI e non percentuali ottenuti. 1
deputato ogni milione di voti da redistribuire. Se votano in
pochi, ci saranno pochi rappresentanti. La Casta dovrebbe
avvizzire insieme all'albero che ha fatto morire.

>
>> I tecnici con le ultime riforme, proprio uguali non sono,
>> a detta di
>> quelli di prima.
>
> ?
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Drizzt do'Urden 13 Ago 2017 15:48
Il 13/08/2017 15:13, Soviet_Mario ha scritto:

>
> praticamente quattro gatti ormai.
> E inoltre, si tratta di scelta da menu fisso preformulato. Hanno *******
> la massa che non si rende più conto di essere fottuta.
> Alla prox campagna elettorale furoreggerà a reti unificate la feroce e
> farlocca rivalità Renzusconi Old vs Renzusconi Young. E chiunque dei due
> vinca, sarà irrilevante.
> O meglio, vincerà come da molto il Partito dell'Astensione, maggioranza
> relativa robusta, ed anche quello sarà irrilevante. Servirebbe un
> parlamento a fisarmonica commisurato ai voti REALI e non percentuali
> ottenuti. 1 deputato ogni milione di voti da redistribuire. Se votano in
> pochi, ci saranno pochi rappresentanti. La Casta dovrebbe avvizzire
> insieme all'albero che ha fatto morire.
>
>>


straquoto.



--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com
Mario 13 Ago 2017 16:17
Il 13/08/2017 15:13, Soviet_Mario ha scritto:
> On 13/08/2017 10.23, Roberto Deboni DMIsr wrote:
>> On 12/08/17 17:19, Mario wrote:
>>> Il 12/08/2017 15:54, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:
>>>> On 11/08/17 13:43, Mario wrote:
>>>>
>>>> ...snip...
>>>>
>>>>> Una volta si facevano anche cose all'avanguardia, in quel periodo
>>>>> costruirono in tempi record l'autostrada del sole, ora facciamo
>>>>> ridere i polli.
>>>>
>>>> Visto che i tecnici di oggi sono come quelli di allora (anzi
>>>> emigrano), dove sta il problema ?
>>>>
>>> Sarà la politica.
>>
>> Esatto.
>>
>> E chi elegge quella classe politica ?
>
> praticamente quattro gatti ormai.
> E inoltre, si tratta di scelta da menu fisso preformulato. Hanno *******
> la massa che non si rende più conto di essere fottuta.
> Alla prox campagna elettorale furoreggerà a reti unificate la feroce e
> farlocca rivalità Renzusconi Old vs Renzusconi Young. E chiunque dei due
> vinca, sarà irrilevante.
> O meglio, vincerà come da molto il Partito dell'Astensione, maggioranza
> relativa robusta, ed anche quello sarà irrilevante. Servirebbe un
> parlamento a fisarmonica commisurato ai voti REALI e non percentuali
> ottenuti. 1 deputato ogni milione di voti da redistribuire. Se votano in
> pochi, ci saranno pochi rappresentanti. La Casta dovrebbe avvizzire
> insieme all'albero che ha fatto morire.
>

Sarebbe un'ottima idea, in più calcolerei la cosidetta maggioranza
sugli aventi diritto al voto, e non sui votanti.
Le differenza ormai sono sfumature, e spesso in peggio, il male più
grosso me lo fecero quelli che avevo votato io, e rifinito dal tamarro
fiorentino, quasi clone di Silvio.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Sfruttamento delle energie alternative | Tutti i gruppi | it.discussioni.energie-alternative | Notizie e discussioni energie alternative | Energie alternative Mobile | Servizio di consultazione news.