Sfruttamento delle energie alternative
 

Filovia o batteria

Roberto Deboni DMIsr 22 Feb 2017 02:35
Dunque. Una volta c'erano gli autobus a trazione elettrica alimentati da due
cavi aerei:

https://it.wikipedia.org/wiki/Filovia

poi sono arrivati batterie migliori, e questi autobus hanno acquisito
abbastanza autonomia per potere fare anche tratte di svariati chilometri
senza alcuna alimentazione elettrica, tranne che quella delle batterie
a bordo:

http://www.civitas.eu/content/innovative-li-ion-hybrid-trolleybuses-new-line

L'ultima frontiera e' ridurre la linea bifilare ad una semplice presa
ogni un numero di fermate:

http://metro.kingcounty.gov/am/innovations/examples/battery-buses.html

per esempio, in alto:

https://en.wikipedia.org/wiki/Battery_electric_bus
https://en.wikipedia.org/wiki/Battery_electric_bus#/media *******
TOSA_Aeroport_rail_avec_tête.JPG

cosi' da essere lontani dai passeggeri/passanti.

Ora, pare che un certo numero di detrattori abbiano preso la palla che ormai
il filobus sarebbe una tecnologia del passato (ricordate la storiella dei
bollitori "nucleari", io riconosco la stessa manina ...), e quindi l'unica
scelta, secondo costoro, sarebbero gli autobus elettrici con batteria e
senza linea bi-filare.


La questione si riduce in una semplice equazione: "costa" di piu' la
batteria o la linea aerea che andrebbe a rimpiazzare ?

Ed ovviamente per "costo" va incluso tutto, anzi, di questi tempi, dovremo
fare attenzione specialmente sulla questione "energia".

Non e' un problema molto diverso a quello di scegliere un trapano (o altro
utensile) con cavetto elettrico oppure a batteria.

A parte l'evidente comodita' di non avere cavetti elettrici tra i piedi, la
questione si riduce ad un semplice: ma quanto lo usiamo ?

Se un trapano ci serve per fare un foro ogni mezz'ora, allora una soluzione
a batteria, considerando il risparmio di tempo di portarci dietro un filo
e/o prolunghe, e' sicuramente vincente.
Ma se, dall'altro estremo, il trapano ci serve per fare grossi fori di fila,
magari con il percussore dentro il calcestruzzo, e per ore, dubito che sia
conveniente la soluzione a batteria, e se appena c'e' una presa elettrica,
si preferisce la soluzione con la seccatura della prolunga.

Inoltre nel caso del trapano, sicuramente un fattore e' che l'energia in
gioco non e' tanta. Infatti c'e' un altra questione: l'uso della batteria
implica una perdita di energia, quella del ciclo di ricarica (qualcosa come
un quinto fino ad un quarto dell'energia totale, se il circuito di ricarica
e' bene studiato, altrimenti puo' anche essere peggio). In altre parole,
non e' che chi usa un trapano a batteria stia consumando kW*h e kW*h di
energia elettrica, percio' un 25% in piu' o meno, non fa questa differenza.

Nel caso dei consumi di un mezzo pubblico in servizio giornaliero, invece il
fattore "efficienza" merita sicuramente piu' attenzione. Specialmente se
l'obbiettivo e' quello di ridurre le emissioni di CO2 dell'intero sistema.


Avere una linea aerea implica, i seguenti costi economici/energetici:

- cavi di rame/alluminio e cavi di acciaio, pali ed accessori della linea
bifilare
- di installazione (incluso quelli energetici)
- di gestione/manutenzione (ad esempio, i cavi vanno lubrificati, riparati,
costi di sostituzione dei cavi usurati, etc.)

Dall'altro lato, avere le batterie significa i seguenti costi:

- delle batterie
- delle stazioni di ricarica, incluso la rete di cavi per la loro
alimentazione
- della installazione di cui sopra
- della gestione/manutenzione, sia delle batterie, che delle stazioni di
ricarica
- del maggiore consumo di energia per il maggiore peso a causa delle
batterie, che si fa sentire specialmente nelle numerose accelerazioni che
un autobus a servizio pubblico compie
- delle perdite di energia per il ciclo di ricarica

Sul lato della rete elettrica, le stazioni di ricarica implicano un
assorbimento impulsivo maggiore di quello causato dalla ripartenze dei
bus in alimentazione da linea bifilare. Infatti in pochi minuti occorre
ricaricare dell'energia necessaria non solo per l'accelerazione da fermo,
ma anche per il percorso da fare.

Come per il trapano, se l'utilizzo e' frequente (tipo una corsa ogni 5
minuti) non c'e' bisogno di fare calcoli, gia' a naso mi sento di
affermare che la soluzione filare supera in ogni senso quella delle
batterie+stazioni di ricarica.

Piu' interessante e' la competizione tra una linae bifilare usata con
meno frequenza, ad esempio, una volta ogni ora, rispetto alle batterie.


Mentre cerco qualche stu***** che abbia affrontato i costi dei due sistemi,
qualcuno ha gia' trovato o ricorda qualcosa del genere ? Magari di un
confronto con l'autobus a carburante ?

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Sfruttamento delle energie alternative | Tutti i gruppi | it.discussioni.energie-alternative | Notizie e discussioni energie alternative | Energie alternative Mobile | Servizio di consultazione news.